fbpx

Le tappe

Le tappe 2021 verranno pubblicate a Marzo. La descrizione generale del percorso la trovate qui.

Di seguito trovate i grafici dei profili altimetrici e le descrizioni delle tappe per farvi un’idea di quanto sia dura ed impegnativa la gara che vi preparate ad affrontare.

Sono doverose alcune premesse:

  • Queste che seguono sono delle altimetrie preliminari.
  • Il percorso è in linea di massima definito, ma in continuo perfezionamento. La morfologia del territorio e la mutevolezza delle condizioni di tanti tratti, ci daranno la possibilità solo al termine della stagione invernale di determinare e stabilire esattamente il percorso.
  • In primavera il territorio dell’Appennino tosco-emiliano si risveglia cambiato dopo le nevicate, le piogge e gli assestamenti del  terreno. Ciò comporta, da parte nostra, una nuova revisione approfondita e dettagliata di tutti i sentieri e le strade forestali già individuate. Perciò per una versione definitiva delle tappe e la pubblicazione delle tracce ufficiali dovrete attendere che siano fatte le verifiche ed interventi dove richiesto.
  • Abbiamo fatto un’attenta selezione dei sentieri ragionando su medie orarie stimando le ore di gara.

Abbiamo ragionato in maniera da avere una settimana di gara dura ma non al punto da  far venire meno la gioia di percorrere sentieri bellissimi immersi in paesaggi notevoli dal punto di vista naturale.

Avremo cinque sedi di tappa ed un’alternanza di tappe lunghe ed altre più corte ma tecniche. Con tre tappe ad anello (Porretta, Fanano, Castelnovo ne’ Monti) i concorrenti  saranno meno sotto stress ed avranno più ore per recuperare ed anche esplorare e conoscere le località sedi di tappa.

Nel frattempo preparatevi ad una gara impegnativa, con un terreno molto vario, con un alternarsi di salite e discese continue che metteranno a dura prova la vostra resistenza, ma con altrettanti tratti di puro divertimento in discesa.

Per le informazioni sul percorso 2020 vai alla Rider Guide


Tappa 1 – Porretta Soul

Domenica 12 Settembre 2021

Cronometro individuale

Lunghezza 45 km – Dislivello 1645 m
Partenza Porretta Terme – Arrivo Porretta Terme

Ad aprire la settimana di Appenninica è l’anima di Porretta ed i suoi percorsi tra borghi, rifugi, strade di montagna, le sue viuzze strette e l’accoglienza della piazza principale, dove ogni anno il suo Porretta Soul Festival da più di 30 anni celebra la musica SOUL in uno dei festival più conosciuti in Europa.

La tappa a cronometro parte proprio dalla piazza principale e percorre per i primi 9 km in asfalto per un dislivello significativo fino al rifugio di Monte Cavallo (1280 mt). La strada attraversa prima alcuni borghi sparsi attorno a Porretta e poi si inerpica con una bella forestale in mezzo ai castagni, alberi particolarmente diffusi in queste zone. Dopo il rifugio, si resta in quota con un bel single track di crinale fino a raggiungere il punto più alto in prossimità del Monte Tresca (1390 mt) dopo circa altri 13 km. A seguire la discesa fino al Mulino Squaglia è un impegnativo single track su terreno di sottobosco, nelle fiabesche foreste di castagni. Si ritorna in quota seguendo una strada forestale utilizzata per i lavori dei boscaioli. La seconda salita, di circa 6 km, è bella e larga sempre su strada forestale fino al Monte Piella (1380 mt), già punto di ristoro panoramico delle precedenti edizioni. Seguono 10 km di discesa fino all’arrivo, prima su strada boschiva per alcuni km poi di nuovo in single track a tratti insidioso, fino a Porretta. In questa ultima parte il fondo è bosco di querce e tratti sassosi per finire poi in mezzo agli stretti vicoli del paese prima di arrivare di nuovo in piazza.

Si tratta di un percorso rappresentativo delle montagne attorno a Porretta Terme, in mezzo a fitti boschi e strade per i lavori di foresta, con panorami ampissimi sulle montagne e su tutta la Valle del Reno, il fiume che attraversa Bologna.


Tappa 2 – Il Corno

Lunedì 13 Settembre 2021

Lunghezza 57 km – Dislivello 2340 m
Partenza Porretta Terme – Arrivo Lizzano in Belvedere

Appenninica MTB stage 2 2021 elevation

Il “Corno”, come affettuosamente chiamano la loro montagna più amata gli abitanti della Valle del Reno, così prende il nome la seconda tappa di Appenninica 2021. Il nome completo di questa montagna della provincia bolognese è Corno alle Scale.
L’imponente rupe sotto la Croce della vetta (1.945m) sarà lì a guardare i bikers che affronteranno l’interminabile ascesa di quasi 33 km verso il GPM più duro e lungo di questa edizione.
La salita riprende inizialmente il percorso della cronometro dell’edizione 2019, salendo con strade agricole verso il suggestivo borgo di Castelluccio, prosegue successivamente con alternanza di tratti di asfalto e strade forestali fino ai sedici interminabili tornanti della Segavecchia, sull’antica strada forestale. Da qui una bella carraia boschiva immersa nel bosco di castagni e pineta porta poi ad uno dei tratti più duri della salita al Corno, i ripidi 3,5 km di asfalto per arrivare alla stazione sciistica.
La strada verso il GPM ora diventa davvero dura con l’ultimo pezzo su single track sassoso da fare anche in portage nell’ultimissima parte, ma solo per pochi metri. Ed ecco finalmente il panorama mozzafiato sul Crinale Massimo e il sentiero più amato dagli atleti delle passate edizioni, quello che porta al lago Scaffaiolo (Monte Cupolino 1853 mt), in un ondulato, indimenticabile percorso tra i due versanti della montagna – lo spartiacque – che scendono ripidi. Dal Lago comincia un tratto tecnico stretto e sassoso con qualche corta parte di portage per oltrepassare alcune avalanche rocciose.
Il percorso rientra nella vegetazione di alta quota di faggete fiabesche e scende con un single track tecnico ed impegnativo fino al paesino di Poggiolforato. Gli ultimi km di discesa sono su asfalto e portano alla sede di tappa 2 Lizzano in Belvedere.
La tappa comincia a dare un vero primo assaggio degli splendidi panorami appenninici, quelli che stupiscono sempre e lasciano emozionati per l’ampiezza dello sguardo. Da questa tappa inizia l’alta montagna, quella che stupisce chi non è mai stato qua ed emoziona sempre chi ha già percorso questi sentieri che sembrano stare in mezzo alle nuvole.


Per le informazioni generali vai alla pagina Il Percorso.