LE TAPPE

La descrizione generale del percorso la trovate qui.

Di seguito trovate i grafici dei profili altimetrici e le descrizioni delle tappe per farvi un’idea di quanto sia dura ed impegnativa la gara che vi preparate ad affrontare.

Sono doverose alcune premesse:

  • Queste che seguono sono delle altimetrie preliminari.
  • Il percorso è in linea di massima definito, ma in continuo perfezionamento. La morfologia del territorio e la mutevolezza delle condizioni di tanti tratti, ci daranno la possibilità solo al termine della stagione invernale di determinare e stabilire esattamente il percorso.
  • In primavera il territorio dell’Appennino tosco-emiliano si risveglia cambiato dopo le nevicate, le piogge e gli assestamenti del  terreno. Ciò comporta, da parte nostra, una nuova revisione approfondita e dettagliata di tutti i sentieri e le strade forestali già individuate. Perciò per una versione definitiva delle tappe e la pubblicazione delle tracce ufficiali dovrete attendere che siano fatte le verifiche ed interventi dove richiesto.
  • Abbiamo fatto un’attenta selezione dei sentieri ragionando su medie orarie stimando le ore di gara.

Abbiamo ragionato in maniera da avere una settimana di gara dura ma non al punto da  far venire meno la gioia di percorrere sentieri bellissimi immersi in paesaggi notevoli dal punto di vista naturale.

Avremo cinque sedi di tappa ed un’alternanza di tappe lunghe ed altre più corte ma tecniche. Con tre tappe ad anello (Porretta, Fanano, Castelnovo ne’ Monti) i concorrenti  saranno meno sotto stress ed avranno più ore per recuperare ed anche esplorare e conoscere le località sedi di tappa.

Nel frattempo preparatevi ad una gara impegnativa, con un terreno molto vario, con un alternarsi di salite e discese continue che metteranno a dura prova la vostra resistenza, ma con altrettanti tratti di puro divertimento in discesa.

Per le informazioni sul percorso 2020 vai alla Rider Guide

TAPPA 1 - LA MATILDICA

Domenica 4 Settembre 2022

Lunghezza 52 km – Dislivello 1800 m
Partenza Castelnovo nè Monti – Arrivo Castelnovo nè Monti

.

La prima tappa è un anello attorno a Castelnovo ne’ Monti, su un itinerario di 52 km e 1800 mt di dislivello ai piedi della ormai iconica Pietra di Bismantova e con un passaggio a Carpineti con il suo scenografico Castello.

Sarà la tappa di benvenuto ad Appenninica, e a differenza delle passate edizioni non sarà una tappa a cronometro ma una mass start come tutte le restanti. Può essere definita una tappa collinare: non ci saranno lunghe salite o discese ma un susseguirsi di saliscendi, a volte anche con pendenze elevate.

Dopo la partenza si entra subito in un single trail in discesa per poi inanellare una serie di sentieri e forestali che portano sino alla vetta del monte Fosola, da dove si percorre il bel crinale fino al Castello delle Carpinete (eretto da Matilde di Canossa intorno all’anno mille).

Dopo la sosta per il ristoro, si torna a pedalare sempre in un misto di single trail e forestali sino a raggiungere il punto altimetricamente più basso della tappa in corrispondenza del fiume Secchia: da lì, non rimane che risalire verso l’ormai iconica Pietra di Bismantova, la cui vista accompagnerà gli atleti per gran parte dei km finali.

TAPPA 2 - THE ROCK

Lunedì 5 Settembre 2022

Lunghezza 62 km – Dislivello 2350 m
Partenza Castelnovo nè Monti – Arrivo Castelnovo nè Monti

.

Con la seconda tappa, sempre ad anello attorno a Castelnovo, si comincia a fare sul serio e a respirare maggiormente lo spirito di Appenninica, sia per quanto riguarda il percorso ma anche per quanto riguarda i panorami. La prima parte è molto veloce, con un mix di strade forestali e sterrati sempre in salita per quasi 25 km, intervallati da brevi discese, tra le quali il sempre piacevole trail “Arrangiati” nel comprensorio del Monte Ventasso.

Dopo il primo ristoro in prossimità del pittoresco Lago Calamone, servirà un ulteriore sforzo per arrivare fin sulla cresta del monte Pastorale (1500 mt di altezza). Un breve e panoramico tratto di crinale anticiperà una picchiata di 700 mt di dislivello negativo in 5 Km percorrendo un single track recentemente ripristinato e riaperto dall’associazione Rebike di Ventasso.

Da questo punto il percorso diventa un susseguirsi di saliscendi, tipici di questa zona, quasi totalmente su sterrati. Il tratto finale vedrà sempre protagonista la Pietra di Bismantova, ma per concludere le fatiche di giornata bisognerà aggirare la Pietra lungo i suoi tipici sentieri.

TAPPA 3 - HIGH MOUNTAIN QUEEN STAGE

Martedì 6 Settembre 2022

Lunghezza 103 km – Dislivello 3600 m
Partenza Castelnovo nè Monti – Arrivo Fanano

.

Di certo non mancheranno le emozioni forti nella tappa regina di Appenninica 2022, a cominciare dai panorami spettacolari di un percorso che naviga quasi integralmente al di sopra dei 1500 metri d’altitudine. Gran parte del tracciato si snoda infatti lungo l’Alta via dei Parchi attraverso antiche mulattiere militari e a sentieri commerciali come l’antica via Vandelli, che a partire dal diciottesimo secolo collegava Modena a Massa Carrara.

Al via ci sarà tempo per un ultimo saluto alla Pietra di Bismantova prima di attraversare il fiume Secchia e cominciare la prima lunga ascesa di giornata (20 km e 1000 metri di dislivello). Attraverso una strada forestale si raggiungerà il Passo della Cisa per poi gettarsi lungo il trail “Alta Tensione”, entrando nel comprensorio del Monte Cusna.

Da Febbio una nuova salita per strade forestali porterà fino alla vetta del Monte Giovarello (1760 m s.l.m.), da dove, con il meteo favorevole, si vede tutta la Pianura Padana e oltre fino al litorale toscano. Raggiunto il Passo Radici si scenderà di quota, alternando strade forestali a brevi tratti in single track prima di raggiungere l’abitato di Pievepelago. Qui gli atleti potranno tirare il fiato lungo i 10 km in asfalto che porteranno a Fiumalbo dove si tornerà a salire.

Una strada forestale di 10 km e 1000 metri di dislivello condurrà gli atleti fino a Pian Cavallaro (1850 m s.l.m.), ai piedi del Monte Cimone. Giunti a questo punto mancheranno soltanto 15 km all’arrivo di Fanano lungo piacevoli discese forestali e brevi tratti in single track. I primi concorrenti raggiungeranno Piazza Corsini dopo 5 ore e 30 minuti in cui sarà impossibile nascondersi, e al termine dei quali la classifica generale potrebbe uscire rivoluzionata.

TAPPA 4 - PIPPO YEAH 2.0

Mercoledì 7 Settembre 2022

Lunghezza 55 km – Dislivello 2200 m
Partenza FananoArrivo Fanano

.

Si può migliorare qualcosa di praticamente perfetto? Noi ci abbiamo provato con la tappa 4, la “Pippo Yeah 2.0”. Ormai questa tappa è d’obbligo ad ogni edizione di Appenninica, è l’unica che riproponiamo nei vari anni in quanto a detta di tutti incarna la quintessenza della MTB sia come tracciato sia come panorama. Abbiamo solo aggiunto qualche km di single trail flow, ma sempre seguendo i suggerimenti del “padre” di questi percorsi: il trail builder Pippo Marani che ormai i concorrenti di Appenninica hanno imparato a conoscere.

Due le salite importanti in questa tappa. La prima inizia in asfalto su strada secondaria per lasciare il posto a una seconda metà con fondo di strada forestale e sentiero boschivo, fino a diventare single track verso il Passo del Colombino, dopo 14 km e 900 m d+. Si scende poi in un bellissimo e divertente single track fino alla borgata di Ospitale.

La seconda salita esordisce su strada secondaria in asfalto per passare subito ad una successiva forestale sotto una delle faggete più belle dell’Appennino che porta al crinale massimo fino al Passo della Croce Arcana. Qui parte il single track di crinale più famoso ed apprezzato di Appenninica, che riporta nei pressi del Lago Scaffaiolo, da dove inizia lo spettacolare sentiero in discesa che passa dal Lago di Pratignano offrendo una vista imperdibile verso la vallata con i suoi strapiombi impressionanti. Dei 18 km di discesa, ben 15 sono in single track.

TAPPA 5 - GOTHIC LINE

Giovedì 8 Settembre 2022

Lunghezza 67 km – Dislivello 2200 m
Partenza FananoArrivo Porretta Terme

.

Dopo la High Mountain Queen Stage, la tappa 5 sarà la seconda più lunga di Appenninica 2022 con 67 km e 2200 mt di dislivello. Si saluta Fanano per risalire di nuovo verso Fellicarolo come il giorno precedente, per poi iniziare subito con una delle discese più tecniche della giornata che riporta gli atleti nella valle del torrente Ospitale.

La parte centrale della tappa sarà più collinare con diversi saliscendi su percorsi sterrati in mezzo ai boschi e attraverserà le zone della “Linea Gotica” che furono teatro di combattimenti della resistenza durante la Seconda Guerra Mondiale. Dopo il secondo e ultimo ristoro rimane da affrontare l’ultima salita di giornata, che porterà gli atleti sino al pittoresco paese di Monteacuto delle Alpi.

A separare gli atleti dal traguardo rimarranno soltanto un paio di discese: la prima, più tecnica, sino a Castelluccio, e la seconda, più veloce ma da non sottovalutare, che terminerà poco prima dell’arrivo a Porretta Terme.

TAPPA 6 - IL CORNO

Venerdì 9 Settembre 2022

Lunghezza 63 km – Dislivello 2700 m
Partenza  Porretta TermeArrivo Lizzano in Belvedere

.

La tappa 6 sarà una frazione a due facce: la prima parte vedrà gli atleti affrontare, dopo una salita di qualche km su asfalto, circa 30 km di percorsi su forestali immersi nel bosco. Non si incontreranno insediamenti umani ad eccezione di un paio di rifugi, non ci sono difficoltà tecniche ma servirà grande solidità mentale per affrontare questo lungo tratto da soli con la natura.

Giunti al secondo ristoro al Km 37, il percorso cambia totalmente sia come livello tecnico che come panorama: arriva l’impegnativa salita (6km e 600 mt di dislivello) che porta al Passo dello Strofinatoio con gli ultimi 500 mt di portage.

Dal passo non resta che percorrere il fantastico crinale che porta al lago Scaffaiolo e infine la parte finale, quasi completamente in discesa, su sentieri e single trail di varia difficoltà.

TAPPA 7 - MONTE PIZZO

Sabato 10 Settembre 2022

Lunghezza 37 km – Dislivello 1550 m
Partenza  Lizzano in Belvedere Arrivo Lizzano in Belvedere

.

La tappa finale si svolge completamente sui sentieri del Monte Pizzo i cui single trail da natural bike park sono stati molto apprezzati l’anno passato. Sarà la passerella finale, ma una passerella in pieno stile Appenninica: bisognerà guadagnarsi il titolo di finisher anche nell’ultima, breve, distanza.

Il percorso si svolge su un anello da percorrere una volta e mezza, che vedrà gli atleti affrontare le salite su forestali prima di affrontare la discesa sui trail “Cuplina”, da percorrere due volte, e “Albarè”, una volta.