Lo spagnolo del DMT Racing Team si impone nella Pippo Yeah 2.0 davanti al leader Arias che consolida la leadership sui diretti rivali. Terzo posto di giornata per Francisco Filipe. Tra le donne Naima Diesner si conferma regina incontrastata

Dopo le fatiche della High Mountain Queen Stage è scattata l’ora del divertimento allo stato puro ad Appenninica MTB Stage Race 2022Mercoledì 7 settembre è andata in scena la “Pippo Yeah 2.0”, disegnata dal famoso trail builder Pierpaolo “Pippo” Marani. Sul traguardo di Fanano ad imporsi sono stati Miguel Munoz Moreno tra gli uomini e Naima Diesner tra le donne.

Superata la caduta nella seconda frazione, lo spagnolo del DMT Racing Team è stato protagonista di uno scatto d’orgoglio, imponendosi sul traguardo di Piazza Corsini a Fanano in 3:02:27. Dietro di lui ha controllato la situazione il leader della generale Diego Arias, giunto all’arrivo con un ritardo di 1:48. Il portacolori della Hubbers-Polimedical ha però guadagnato in classifica, visto che l’altro atleta del DMT Racing Team Francisco Filipe è giunto al traguardo a 8.21 dal compagno di squadra.

Subito dopo il via, Diego Arias si è messo al servizio del compagno di squadra Filippo Bertone, che ha provato ad attaccare da lontano. Non era però la giornata giusta per l’italiano, perché Miguel Munoz Moreno aveva già pianificato la sua rivincita e sulla salita verso il Passo Colombino ha salutato la compagnia. Dietro di lui, il compagno Francisco Filipe e Diego Arias hanno proseguito di comune accordo, finché nella seconda ascesa verso il Passo della Croce Arcana il portoghese non è più riuscito a tenere le ruote del leader.

Nella generale Arias ha ora un vantaggio di 20:11 su Filipe, mentre alle loro spalle promette battaglia per il podio Munoz Moreno. Lo spagnolo ha infatti un ritardo di 1:01:01 dal leader, e promette di andare all’attacco del terzo della generale, Felix Fritzsch, che paga un gap di 26:50 dal colombiano.

Bella giornata e bella tappa, mi sono divertito – ha affermato Miguel Munoz Moreno dopo la vittoria -. Stamattina mi sentivo bene, avevo buone gambe e ho deciso di provarci da lontano, attaccando nella prima salita. Era una tappa molto fisica e molto tecnica, si adattava alle mie caratteristiche. Mi sento ancora bene e cercherò di attaccare nei prossimi giorni per salire sul podio”.

Soddisfatto all’arrivo anche Arias che ha consolidato ulteriormente la situazione in classifica: “Ho provato ad aiutare il mio compagno Bertone ad andare via nella prima parte, poi ho controllato fino al traguardo. Bella tappa”.

NAIMA DIESNER PRONTA A SUPERARE IL RECORD DI ESTHER SÜSS

Quarto successo di tappa in questa edizione per Naima Diesner, che ha così conquistato la settima vittoria consecutiva ad Appenninica considerando i tre successi nelle ultime tre frazioni della scorsa edizione. Se la tedesca del team Buff-Megamo vincesse anche domani a Porretta Terme batterebbe il record di vittorie consecutive detenuto da Esther Süss, dominatrice incontrastata nel 2019 con 7 vittorie su 7.

Diesner ha completato la “Pippo Yeah 2.0” in 4:24:44, con un vantaggio di 9:14 su Camilla Marinelli (Bike and Fun Team) e 12:59 su Debora Lana, che mantengono inalterate le loro posizioni nella generale a oltre un’ora dalla leader.

Un’altra tappa bellissima, sono andata con il mio ritmo, non volevo esagerare dopo le fatiche di ieri. Stamattina mio papà mi ha mandato un messaggio e mi ha suggerito di godermi al massimo questa esperienza. Non sapevo di questo record, ora avrò un po’ di pressione in più per la tappa di domani”, ha affermato una sempre sorridente Naima Diesner dopo il traguardo.

DA FANANO A PORRETTA TERME LUNGO LA LINEA GOTICA

Con i suoi 67 Km e 2.200 metri di dislivello la “Gothic Line” è la seconda tappa più lunga di Appenninica MTB Stage Race 2022. Da Fanano la carovana si sposterà in Provincia di Bologna, a Porretta Terme, seguendo il percorso della Linea Gotica, teatro della Seconda Guerra Mondiale.

Dopo la partenza si salirà di nuovo verso Fellicarolo per poi tornare nella valle del torrente Ospitale. Da lì una serie di saliscendi porterà gli atleti verso l’ultima salita per raggiungere il pittoresco paese di Monteacuto delle Alpi. Nel finale due discese tecniche daranno del filo da torcere prima dell’arrivo di Porretta Terme.